Salvatore Parolisi news: il gip nega al caporalmaggiore gli arresti domiciliari

Al caporalmaggiore dell'esercito sono stati negati gli arresti domiciliari. Il mese prossimo si deciderà sulla richiesta di rito abbreviato.

parolinfophoto.jpg


Salvatore Parolisi, caporalmaggiore dell'esercito, accusato di avere ucciso sua moglie Melania Rea, resterà in carcere.

La donna è stata uccisa con 35 coltellate il 18 aprile 2011, nel boschetto di Ripe di Civitella del Tronto (Teramo). Parolisi è stato arrestato il 20 luglio, ed è l'unico indagato.


Riporta il Corriere che il gip, Marina Tommolini, ha respinto la richiesta di arresti domiciliari avanzata dai legali del militare, che così dovrà attendere l'esito del processo nel penitenziario di Castrogno a Teramo, dove si trova rinchiuso.


Il gip ha depositato ieri la sua decisione motivandola "con la necessità della custodia cautelare in carcere per la gravità del reato commesso e per una sorta di opportunità rispetto al rapporto con la figlioletta".


La procura di Teramo aveva già espresso un parere negativo sul trasferimento.


Spiega poi il quotidiano che il prossimo 12 marzo il gip dovrà valutare la possibilità di concedere a Parolisi la celebrazione del processo con rito abbreviato (condizionato ad una super-perizia) per uxoricidio pluriaggravato.


(fonte immagine infophoto)


LINK UTILI


Salvatore Parolisi: la Cassazione conferma la custodia cautelare in carcere


Salvatore Parolisi: l'audio della telefonata al 112


Interrogato Parolisi: Melania fu uccisa con tecnica militare


Salvatore Parolisi è stato arrestato: esultano gli accusatori di Facebook


Salvatore Parolisi vuole rivedere la figlia Vittoria


Salvatore Parolisi news: i nonni materni sono stati nominati tutori della piccola Vittoria

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO