Terrorismo islamico: arrestato un giovane a Brescia, nel mirino la sinagoga di Milano

Molti, tra coloro che sono in contatto con il 20enne arrestato a Brescia, risiedono all'estero.

sinaginfophoto.jpg


Un giovane marocchino è stato fermato a Brescia: è ritenuto coinvolto in attività di addestramento all'uso di armi e di esplosivi per finalità di terrorismo.

Spiega il Corriere che il 20enne, che vive in provincia di Brescia dall'età di 6 anni, in un documento salvato sul pc si soffermava sulle misure di sicurezza della sinagoga di via della Guastalla a Milano (personale di polizia, manufatti interdittivi, possibili vie di accesso).

L'operazione, coordinata dalla Procura Distrettuale di Cagliari, è stata condotta dal Servizio Centrale Antiterrorismo e dalle Digos delle Questure di Cagliari e Brescia, che monitorano i numerosi siti web che ospitano discussioni e diffondono documenti su tematiche jihadiste. Inoltre di recente sono stati acquisiti "preoccupanti elementi su una progettualità terroristica".


Le indagini continuano anche in ambito internazionale insieme alle autorità di Polizia statunitensi e britanniche: molti, tra coloro che sono in contatto con l'arrestato, risiedono all'estero. La Metropolitan Police di Londra ha fermato una donna risultata in contatto con il giovane marocchino.


(immagine da archivio infophoto)


LINK UTILI


Caserma Santa Barbara, stesso innesco degli attentati di Londra: poteva essere una strage.


Attentato contro la caserma Santa Barbara: interviste a militari testimoni oculari, cittadini e politici.


Caserma Santa Barbara, fermati i presunti complici dell'attentatore libico: trovati 40 chili di esplosivo.


La nuova jihad a Teheran, Beirut, Nigeria ed Egitto.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO