Siria news: fucilati 20 civili, embargo armi Ue rafforzato

Continuano gli scontri in varie città, da domani attive le nuove sanzioni dell'Ue. Gli stati Uniti avvertono Damasco sulle armi chimiche.

siria.jpg


Almeno 20 persone disarmate sarebbero state fucilate ieri a Damasco, in Siria (foto: infophoto). La denuncia arriva dagli attivisti, mentre si comincia a parlare di "pulizia etnica". Le vittime erano sospettate di aver aiutato i ribelli.


Uno dei testimoni, Bashir al-Kheir, ha raccontato cosa è successo: "I corpi sono stati raccolti dai quartieri di al-Ikhlas, al-Zayat, al-Farouk, Hawakir al-Sabbarah e al-Basatin e portati tutti nella moschea di al-Mustafa. Hanno diversi fori di pallottola; uno ne ha almeno 18. Tre hanno le mani legate dietro la schiena. Alcuni sono in pigiama. Molti hanno le dita rotte o amputate, altri sono stati sgozzati".

L'Unione Europea, preoccupata per l'escalation siriana, ha deciso di inasprire le sanzioni, rafforzando l'embargo sulle armi al regime di Damasco. Le nuove sanzioni saranno in vigore da domani: sarà possibile ispezionare navi e aerei dal carico "sospetti" in aeroporti, porti e acque territoriali, nel rispetto delle norme internazionali. Verranno congelati beni e bloccati visti ad altre 26 persone, sospettate di aiutare economicamente il regime.


Anche questa mattina intanto gli scontri sono proseguiti violenti ad Aleppo, nella capitale, a Daraa nel sud e a Homs nel centro, con diversi morti. I Comitati di coordinamento locali di Aleppo riferiscono di bombardamenti di artiglieria governativa sul quartiere Hanano e di scontri tra ribelli e governativi nel rione Sakhur, mentre nei pressi di Damasco nella notte almeno due persone, tra cui un bimbo, sono morti in seguito alle violenze.


Il ministro degli Esteri italiano, Giulio Terzi, ha usato parole durissime: "La battaglia dell'esercito siriano contro la propria popolazione rasenta la pulizia etnica e i crimini contro l'umanità. Si sta andando ben al di là di qualsiasi altra repressione che abbiamo visto nei Paesi della Primavera Araba". Nessun dettaglio sui due italiani scomparsi in Siria, la Farnesina segue da vicino la situazione.


Se gli Stati Uniti hanno avvertito la Siria che la "responsabilità delle armi chimiche" è di Damasco, la Lega Araba ha chiesto nuovamente al presidente Bashar al-Assad di lasciare il potere in cambio di un'uscita sicura.


La guerra in Siria La guerra in Siria La guerra in Siria La guerra in Siria La guerra in Siria La guerra in Siria La guerra in Siria La guerra in Siria La guerra in Siria La guerra in Siria


LINK UTILI:


Siria: veto di Obama a bombardamento mirato su palazzo di Assad


Siria: la strage non risparmia i bambini

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO