Crisi economica 2012: a luglio in calo i consumi alimentari, meno carne e più pasta

Cambiano i costumi alimentari degli italiani per colpa della crisi. Ecco come, nel post trovate tutti i dati.

carrello-supermercato-s.jpg


Gli italiani in questo periodo di crisi hanno rallentato i consumi alimentari, che sono calati delll'1,5%.

La Coldiretti ha reso noto che la crisi ha portato a una revisione del carrello degli alimentari, con piu' pasta (+3 per cento) e meno bistecche (-6 per cento). Ad essere ridotti in quantità, secondo una stima della Coldiretti, sono anche gli acquisti di pesce (-3 per cento) e ortofrutta (-3 per cento), mentre salgono quelli di pane (+3 per cento) e leggermente di carne di pollo (+1 per cento).

Ma la crisi sta cambiando anche le altre abitudini alimentari degli italiani, a partire dal taglio in quantità di alcuni piccoli "vizi": dal -6 per cento delle caramelle al -3 per cento dei liquori. Calano anche gli aperitivi (-4 per cento), i prodotti a base di cioccolato (-3 per cento), le bibite (-7 per cento) e i dessert (-10 per cento).


Inoltre gli italiani hanno detto addio alla tradizionale colazione al bar, scegliendo di farla a casa. Sono aumentati gli acquisti di caffè macinato (+1 per cento), latte (+2 per cento), biscotti (+3 per cento) con il miele che cresce del 4 per cento e le fette biscottate addirittura del 5 per cento.

E se l'Iva aumenterà dal 21 al 23% i prezzi dei prodotti alimentari al dettaglio aumenterebbero in media di un punto percentuale con picchi dell'1,8 per cento per carne, prosciutto e pesce, con effetti insostenibili sull'inflazione e sull'andamento della spesa.


(fonte immagine)


LINK UTILI


Crisi economica 2012: cala la fiducia dei consumatori.


Crisi economica Italia: come sono cambiate le abitudini d'acquisto.


Non siamo solo consumatori. Ecco la Prova.


Alimentazione quotidiana: quanto incide la crisi economica.


Prezzo benzina: supersconti, ma per i consumatori non basta.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO