Moda 2012: la collezione autunno-inverno di Sartoria San Vittore

Una sartoria molto particolare quella di San Vittore, nata per merito della cooperativa Alice. A permettere alle detenute dei carceri milanesi di coltivare questa passione ecco il negozio di via Terraggio, che ha presentato i suoi ultimi modelli

sartoriasanvittore003.jpg Il carcere come vero percorso riabilitativo e di lavoro è possibile. Lo dimostra la cooperativa Alice, che a Milano ha presentato la nuova collezione moda autunno-inverno alla presenza di Cristina Tajani, assessore della metropoli lombarda.

A Milano è andata in scena una specialissima collezione moda autunno-inverno 2012-2013, anche se in questo ci si è tenuti distanti dallo storico 'quadrilatero' di via Montenapoleone e dintorni. Alla sartoria San Vittore, il nome è già indicativo, fari puntati sul lavoro prodotto dalla cooperativa Alice, legata alle detenute delle carceri milanesi, e su un progetto nato molti anni fa, come spiega Alice Della Morte, responsabile della boutique. "Questo negozio è nato dalla cooperativa Alice, che è una cooperativa che lavora nel sociale, in particolare all'interno delle carceri di San Vittore e di Bollate, da vent'anni, gestendo delle sartorie. Poco più di due anni fa ci hanno dato l'opportunità di aprire questo punto vendita, che è il primo punto vendita di tutta la collezione e di tutto il lavoro della cooperativa".


Presente alla giornata anche Cristina Tajani, assessore alle Politiche per Lavoro, Sviluppo economico e Università del Comune di Milano. "Siamo convinti che l'attività lavorativa, anche l'attività d'impresa, siano un importante strumento riabilitativo per chi è in carcere, e lo dimostrano i tassi di recidiva, che scendono notevolmente tra i detenuti che lavorano rispetto a quelli che non lavorano".


sartoriasanvittore001.jpg sartoriasanvittore002.jpg sartoriasanvittore004.jpg


  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO