Sallusti diffamazione: slitta ddl, carcere vicino per il direttore del Giornale

Il giornalista attacca i politici: "Me l'immaginavo, i politici cialtroni sono ipocriti e codardi., Che la Procura ora venga a prendermi".

109023975.jpg


Le porte del carcere per Alessandro Sallusti (credit images by Getty Images), direttore del Giornale, si stanno per aprire. E' infatti slittata al 29 ottobre la discussione sul ddl diffamazione a mezzo stampa che avrebbe potuto evitargli di scontare la pena.


"E' successo quello che temevo - ha detto l'ex direttore di Libero - questi politici cialtroni sono ipocriti e codardi. Ora che vengano a prendermi". La vicenda che riguarda Sallusti è datata 2007.

E' la vicenda di una ragazzina di 13 anni autorizzata dal Tribunale di Torino ad abortire. Il commento pubblicato su Libero, firmato sotto pseudonimo Dreyfus, era di Renato Farina, ma Sallusti è stato condannato per omesso controllo. Un omesso controllo che secondo le toghe il direttore de Il Giornale deve scontare con 14 mesi di carcere.


La commissione Giustizia del Senato non si esprimerà più in sede deliberante sul ddl (come chiesto da sei senatori), quindi i tempi si allungano. "Si tratta di una materia troppo complessa ed è bene che il testo venga esaminato anche dall'Aula", la spiegazione. Dopo l'approvazione in Commissione, il ddl dovrà essere approvato dalle Camera. Il 26 ottobre però scadranno i 30 giorni di sospensione richiesti dalla procura di Milano per Sallusti. "A questo punto - continua il direttore - chiedo alla procura di trasmettermi l'ordine di carcerazione che non ho ancora ricevuto. Vorrei capire chi si prende la responsabilità di tenere questo ordine nel cassetto. Voglio che cessi questo trattamento anormale. Evidentemente non mi hanno mandato l'ordine perché non hanno il coraggio di renderlo esecutivo essendosi resi conto dell'errore che hanno fatto. Si vergognano". Il giornalista ha ribadito inoltre che non chiederà l'affidamento ai servizi sociali: "Non ho nessuna intenzione di restare appeso a questi politici che non sono in grado di decidere nulla".


LINK UTILI:

Il Giornale a Der Spiegel: "Noi Schettino, voi Auschwitz". Vergogna!


Sallusti e Berlusconi, "Quel normale Paese di merda": la differenza tra dignità e manette

Il Giornale, lo strano caso delle firme contro Roberto Saviano: l'oblio e una telefonata in redazione


In crociera con Sallusti e Berlusconi: prenota tramite Il Giornale! 

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO