Uomo ucciso per errore a Napoli: lo sfogo della sorella di Pasquale Romano

Gli inquirenti continuano ad indagare. Due le ipotesi principali, tra cui il tragico errore di persona.

139768333.jpg


Pasquale Romano, 30enne di Cardito, è stato ucciso martedì sera nella sua auto in piazza Marianella, nell'omonimo quartiere a Napoli. Come un boss.

Ma sembra si sia trattato di un errore come leggiamo sul Corriere, e sono due le piste ancora aperte: gli inquirenti pensano ad un errore di persona o ad un omicidio dettato da qualche episodio ancora sconosciuto.


Secondo la ricostruzione degli investigatori l'uomo martedì sera era andato a Napoli a salutare la sua fidanzata Rosanna, che non vedeva da qualche giorno. A casa sua si è fermato poco e una volta uscito è stato crivellato di colpi da sicari.


Il paesino d'origine del giovane è ancora sotto shock. Giuseppe Cirillo, sindaco di Cardito, ha detto:


"La gente è sconvolta. La sua famiglia è distrutta. È gente perbene, tranquilla. Conoscevo personalmente Pasquale ed era un ragazzo senza grilli per la testa"


Mentre Giovanni De Cicco, cugino della vittima, ha dichiarato:


"Non riesco a darmi una spiegazione. Pasquale è capitato al posto sbagliato nel momento sbagliato. Noi vogliamo che sia fatta chiarezza al più presto e che sia fatta giustizia. Non è possibile morire in questo modo"


Straziato il commento della sorella di Pasquale:


"Mio fratello è un ragazzo perbene, lo hanno ucciso come un criminale ma perchè?"


credit image by Getty Images


LINK UTILI


Agguato in strada a Napoli: ucciso l'incensurato Pasquale Romano.


Cronaca Milano: gambizzato in zona Forlanini un 39enne incensurato.


Omicidio a Milano: esecuzione in Porta Romana, salva una bambina di 2 anni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO