Yara Gambirasio news: altri sei mesi di tempo per indagare su Fikri

La richiesta del gip di Bergamo riguarda in particolare la traduzione esatta della telefonata del marocchino.

 gambirasio.jpg


 


Nuovi accertamenti su Mohammed Fikri, unico indagato per l'omicidio di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate di Sopra, nel Bergamasco. Sono stati disposti dal gip di Bergamo Ezia Maccora. La Procura avrà altri sei mesi di tempo per far tradurre, da un connazionale di Fikri, la conversazione telefonica che portò inizialmente l'uomo in carcere.


Nel fascicolo di Fikri, deve inoltre esserci la relazione completa dei Ris, per capire come sia stato recuperato sul corpo di Yara (slip e leggins) il Dna che apparterrebbe all'assassino: l'Ignoto 1, che porterebbe alla pista di Gorno.

In seguito all'intercettazione telefonica, Fikri era stato incarcerato ma poi liberato. Le parole al telefono, infatti, inizialmente erano state interpretate come: "Allah mi perdoni, non l'ho uccisa io". In un secondo momento, però, gli inquirenti avevano fatto sapere che la conversazione era stata tradotta male e che in realtà il marocchino stava parlando con un creditore. Finora, quella telefonata forse così decisiva, è stata già passata al setaccio e tradotta sei volte.


Yara Gambirasio fu uccisa all'uscita dal palazzetto dello sport, probabilmente a fine 2010.


LINK UTILI:


Yara Gambirasio: sei le coltellate, ha provato a difendersi


Il ritrovamento del corpo di Yara Gambirasio nei contenitori domenicali


Yara Gambirasio: nuova lettera all'Eco di Bergamo

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO