Terremoto dell'Aquila: condannati a sei anni gli esperti della Commissione Grandi Rischi

Una sentenza inaspettata e che sta facendo discutere, soprattutto il mondo scientifico. Ecco di cosa si tratta.

aq 049p-anteprima-600x396-642160.jpg


I sette componenti della Commissione Grandi Rischi, in carica nel 2009, sono stati condannati a sei anni e all'interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Franco Barberi, Enzo Boschi, Mauro Dolce, Bernardo De Bernardinis, Giulio Selvaggi, Claudio Eva e Gianmichele Calvi, sono stati giudicati colpevoli di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose, per aver dato avvertimenti insufficienti sul rischio sismico. Prima della forte scossa del 6 aprile 2009, alle 3.32.


Il fisico Luciano Maiani, attuale presidente della commissione Grandi rischi, ha detto come leggiamo su Repubblica:


"È la morte del servizio prestato dai professori e dai professionisti allo Stato. Non è possibile fornire allo Stato una consulenza in termini sereni, professionali e disinteressati sotto questa folle pressione giudiziaria e mediatica. Questo non accade in nessun altro Paese al mondo [...] sono professionisti che hanno parlato in buona fede e non spinte da interessi personali. Sono persone che hanno sempre detto che i terremoti non sono prevedibili [...] non c'è nessuna indagine su chi ha costruito in maniera non adeguata ad una zona antisismica. Questo è un profondo sbaglio"

Numerose le reazioni politiche e quelle del mondo scientifico. Insieme alla condanna è stato poi disposto un risarcimento di 7,8 milioni di euro. A questa cifra vanno aggiunte le spese giudiziarie delle parti civili che ammontano a oltre 100 mila euro.


LINK UTILI


COM'E' L'AQUILA OGGI


Terremoto dell'Aquila: i fondi raccolti con il brano "Domani" al Teatro San Filippo Neri.


Terremoto Aquila, le responsabilità degli scienziati.


L'Aquila terremoto oggi: reportage a tre anni dal sisma.


L'Aquila terremoto oggi, la ricostruzione fasulla: mille teatri e niente case.


Raccolta fondi terremoto Emilia: ecco che fine faranno i nostri 2 euro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO