Terremoto 6 novembre 2012: scosse tra Calabria e Basilicata, in Sicilia e Friuli

Nella notte sisma di modesta entità nel distretto del Monte Sirino, questa mattina anche in provincia di Udine.

cartinaterremoto.jpg


L'Italia trema ancora, ma non dal freddo. Per quello ci sarà tempo. Ci sono state infatti altre scosse di terremoto, seppur leggere, da Nord a Sud dello Stivale. L'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, nella notte, ha registrato tre scosse nel distretto del Monte Sirino, tra Calabria e Basilicata. La più forte è stata di 2,7 gradi di magnitudo e si è verificata all'1:21. 


L'ipocentro è stato localizzato a 8.6 km di profondità, l'epicentro nei pressi dei comuni di Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Rotonda, Viggianello (in provincia di Potenza), Laino Borgo, Laino Castello e Mormanno (in provincia di Cosenza). Gli altri comuni interessati dalla scossa sono Episcopia, Latronico, Lauria, San Severino Lucano (in provincia di Potenza), Aieta, Morano Calabro, Orsomarso e Papasidero (in provincia di Cosenza).

Ieri, alle 13:06, sul Monte Sirino c'era stata una scossa ancora più forte, di 3,3 gradi. Come detto, la terra ha tremato anche in altre zone della penisola. Alle 23:02, è stata registrata una scossa di 2,6 gradi nei Monti Nebrodi, in Sicilia. L'epicentro è stato localizzato nei pressi dei comuni di Castel di Lucio, Mistretta, Motta d'Affermo, Pettineo e Reitano (in provincia di Messina). Gli altri comuni interessati dalla scossa sono Gangi, Geraci Siculo, San Mauro Castelverde (in provincia di Palermo), Capizzi, Caronia, Santo Stefano di Camastra, Tusa (in provincia di Messina), Nicosia e Sperlinga (in provincia di Enna).


Infine, alle 9:06, è stato registrato un sisma anche in Friuli, all'altezza delle Alpi Giulie. Il terremoto ha avuto una magnitudo di 2 gradi, con ipocentro a 8.3 km di profondità. I comuni coinvolti dal terremoto sono Drenchia, Grimacco, Pulfero, San Leonardo, Savogna e Stregna (in provincia di Udine).7


Nelle settimane scorse, le scosse di terremoto - anche se non forti - si sono registrate anche a L'Aquila, nel Pollino (con un morto per infarto), nel Sannio, a Roma, in Emilia Romagna e nel Nord Italia. Come si può vedere, lo sciame sismico non ha risparmiato praticamente nessuna zona dell'Italia. 


LINK UTILI


Terremoto 14 settembre 2012: magnitudo 3.7 a Potenza e Cosenza.


Commissione Grandi Rischi prevenzione: Bertolaso dopo il sisma, "La verità non si dice".


Commissione Grandi Rischi prevenzione: Protezione Civile, dimissioni provocano paralisi.


Terremoto 3 ottobre 2012: nuova scossa in provincia di Cuneo, magnitudo 3,9.


Terremoto 3 ottobre 2012: scossa avvertita nel Nord Italia.


Terremoto 27 settembre 2012: la terra trema in provincia di Benevento, scossa di magnitudo 4.1.


Terremoto Filippine: in Giappone monitorano la situazione.


Terremoto Palermo 13 agosto 2012: Magnitudo 3.9, ma nessun danno.


Terremoto 30 gennaio 2012: trema la Calabria, ma nessun danno a cose e persone.


Terremoto Palermo 13 aprile 2012: sisma magnitudo 4.3, evacuate le scuole.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO