Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali

Situazione allarmante oggi nell'Orvietano, la nostra blogger Alessandra Carnevali, che vive ad Orvieto, ci sta tenendo aggiornati sulla piena e sull'esondazione del fiume Paglia. Nel post trovate le foto di Alessandra.

29551_4740610882059_892074394_n.jpg


Situazione allarmante oggi nell'Orvietano, la nostra blogger Alessandra Carnevali, che vive ad Orvieto, ci sta tenendo aggiornati sulla piena e sull'esondazione del fiume Paglia. Nel post trovate le foto di Alessandra.


UPDATE 13 NOVEMBRE ORE 14.46: Alessandra Carnevali ci aggiorna sulla situazione ad Orvieto: "Stamattina è spuntato il sole, la pioggia pare finita. Ma lo spettacolo delle zone colpite è sconvolgente, sembra un paesaggio di guerra. Molti hanno perso cose, automobili, animali. L'acqua e il fango hanno invaso case, negozi, officine e magazzini, garage, orti, cantieri...poco è stato risparmiato. Qualcuno che ha riportato danni enormi alla propria attività costruita e avviata con tanto sacrificio, medita tra la rabbia e il dolore, di non ricominciare. Solo l'assenza di vittime solleva gli animi e quello che tutti dicono è "che poteva andare peggio". La Protezione Civile non ferma la sua opera, insieme ai Vigili del Fuoco e alle Forze dell'Ordine. Ora c'è da censire i danni, intervenire per mettere in sicurezza case e locali e permettere alle persone di tornare ad una vita normale, per quello che si può. Anche chi non ha avuto danni o perso qualcosa nell'onda di piena di ieri, non sarà più la stessa persona di prima. Oggi anche il sole lo abbiamo guardato con altri occhi. Le informazioni tecniche le fornisce il comunicato del Comune di Orvieto che aggiorna i cittadini sullo stato attuale delle cose".


UPDATE 16.47: Dal sito della regione Umbria le dichiarazioni della Presidente Catiuscia Marini: "Ci troviamo di fronte ad una situazione particolarmente critica che, in alcune zone, non si presentava da almeno 50 anni, con punte di 200 millimetri di acqua nell'Orvietano - ha spiegato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini - I territori più interessati dal fenomeno oltre a quelli dell'Orvietano attraversati dal Chiani e Paglia, sono quelli del Marscianese e alcune zone del Perugino, mentre attualmente è in osservazione il Tevere a partire da Città di Castello e il territorio del bacino del Lago Trasimeno. Il Prefetto di Perugia, in accordo con la Presidenza della Giunta regionale - ha proseguito - la scorsa notte ha aperto il Centro di coordinamento soccorsi per monitorare e coordinare eventuali emergenze e aiutare i cittadini in difficoltà".


"Da due giorni sono 40 i funzionari della Protezione Civile e i tecnici della Regione Umbria che, in accordo con le Province, i Comuni e i Consorzi di Bonifica, stanno seguendo l'evoluzione meteo monitorando tutte le criticità sia dal punto di vista idraulico che idrogeologico. Sono state chiuse strade e ponti a rischio. Chiusa la strada per Marsciano dalla superstrada e quella per Orvieto Scalo. Sempre a Orvieto Scalo (Ciconia) - ha aggiunto la presidente Marini - sono state chiuse alcune scuole. Per quanto riguarda l'ospedale di Orvieto è consentito l'accesso esclusivamente ai mezzi di soccorso mentre prosegue normalmente l'attività sanitaria. Nel Marscianese e nella zona del Trasimeno in via precauzionale, sono state evacuate alcune famiglie".


"La rete attivata dalla Regione - ha concluso - continuerà a seguire la situazione e a predisporre prontamente interventi in caso di necessità per tutto il periodo di allerta che proseguirà per la giornata di oggi e la notte. Inoltre, la Giunta regionale nelle prossime ore prenderà in esame le richieste pervenute da alcuni Comuni umbri per la dichiarazione dello stato di calamità naturale in base alla legge 100/2012".


UPDATE 16.33: Smentita notizia della morte dei cani: al Centro Cinofilo sono quasi tutti salvi i piccoli ospiti del centro. 25 sono i cani tratti in salvo, 4 i deceduti (1 bassottina di 14 anni, un cane cieco di 12 anni e due cuccioli che non ce l'hanno fatta). Rino Rosciarelli, titolare del centro ci tiene a smentire la nota ENPA diffusa in rete che dava per morti tutti i cani del centro. "Sono in piedi dalle 5 e mezza di stamani - dice raggiunto telefonicamente - non sono riuscito ad arrivare al centro in auto a causa dell'onda d'acqua così sono tornato indietro e ho preso una barchetta ma non ce l'ho fatta nemmeno così, poi - dice - pian piano l'acqua si è un po' abbassata e con l'aiuto di qualche volontario abbiamo raggiunto il centro e tratto in salvo 25 cani che ora sono a casa mia, stanno stretti ma stanno bene." (fonte Orvietonews.it)


UPDATE 15.52: arriva su Facebook il comunicato dell'Enpa di Terni che conferma la morte di tutti i cani ospiti del Canile I Pioppi. "E' con grande cordoglio, rabbia e rammarico che l'Enpa Sezione Provinciale di Terni conferma che il Centro Cinofilo nonché Canile privato e pensione "I PIOPPI" di Orvieto è stato vittima dell'alluvione di queste ultime ore. Non è possibile al momento fare un censimento dei cani morti, ma il canile risulta all'esterno totalmente allagato ed i box dei cani sono sommersi dall'acqua fino alla tettoia. Dall'esterno non vi è alcuna anima viva, speriamo solo che qualche cane sia stato trasportato via dal fiume e si sia riuscito a salvare nei territori circostanti. L'ASL Veterinaria di Terni in questo momento sta cercando di capire quanti fossero i cani li detenuti, con quali convenzioni dei comuni in atto e quali cani di privati vi fossero presenti. Viterremo informati e vi faremo sapere nelle prossime ore altre notizie. Nel frattempo inizieranno le dovute indagini per capire come mai è accaduta questa disgrazia e se emergeranno colpevoli saranno citati quanto prima".


UPDATE 14.04: Alessandra Carnevali ci fa sapere, da fonti ancora tutte da confermare, che sembra finalmente sia possibile raggiungere l'ospedale. Le scuole dovrebbero riaprire mercoledì. Ora il problema potrebbe essere la diga di Corbara, che ha ancora 8 ore circa di autonomia e poi dovrebbe essere aperta con conseguenze sicuramente gravi. Il Sindaco Concina ha detto poi alla popolazione: "ponte Adunata riaperto per le emergenze, situazione sotto controllo non si prevede altra piena". Intanto ha appena ripreso a piovere.


UPDATE 12.25: Alessandra Carnevali ci fa sapere, da fonti ancora tutte da confermare, che nell'Orvietano si parla di una bambina morta in un camper parcheggiato vicino al casello della A1, si parla di tre dispersi e alcuni morti nelle case. Sarebbe morti anche tutti i cani del canile I Pioppi. Restiamo in attesa di maggiori informazioni che confermino o smentiscano questi ultimi tragici aggiornamenti.


UPDATE: Al momento Alessandra ci aggiorna che è stato chiuso il casello autostradale di Orvieto, i treni, non sono fermi ma viaggiano con ritardo. Molte persone sono sui tetti delle case o sui terrazzi ed attendono soccorsi. Una donna è stata tratta in salvo. Era salita su un albero per mettersi al sicuro. Anche la Caserma dei Pompieri è allagata. E' attesa una nuova piena ma non è possibile, al momento, prevedere, quando sarà a Orvieto.

Ecco cosa ci scrive Alessandra: "Ce lo avevano detto che avrebbe piovuto tanto, infatti per tutto il pomeriggio di ieri e per tutta la nottata il cielo ha rovesciato acqua sulla Rupe e sulla valle del Paglia, fino a far esondare il fiume omonimo ed il suo affluente Chiani. Una cosa così non ricordiamo di averla mai vista.


Dalle 5 di questa mattina la Protezione civile ha annunciato la chiusura di diversi ponti di accesso, tra cui quello dell'Adunata, dando la misura della gravità della situazione in atto. Il Sindaco Antonio Concina ha firmato l'ordinanza di chiusura di tutte le scuole di Ordine e grado in tutto il territorio dell'Orvietano.


Intanto grazie a Twitter e Facebook arrivano le notizie dai vari punti delle zone colpite. Via Angelo Costanzi, strada che unisce la Stazione e Orvieto Scalo al Casello dell'Autostrada A1 è un fiume che trascina con sè auto e cose. Allagati ad Orvieto Scalo, Sferracavallo e a Ciconia, campi sportivi, supermercati, parcheggi, garage, sottopassi, capannoni industriali. Difficoltà anche per arrivare all'Ospedale che si trova in zona Ciconia. Alcune case sono sommerse, il parcheggio della Stazione Ferroviaria è completamente coperto di acqua.


Non ci sono per ora notizie di vittime, ma i danni saranno ingenti. Risulta comunque ci siano persone portate in salvo con l'elisoccorso, dopo essersi rifugiate sui tetti di alcuni capannoni. Il Commissariato e la Protezione Civile raccomandano di restare a casa e di non mettersi in viaggio. Annunciata una nuova piena nelle prossime ore. Dall'alto della Rupe la valle appare come un mare che circonda un'isola di tufo".


Il numero della Emergenza Alluvione Fiume Paglia della Protezione Civile: 338 1501761. Al momento Alessandra ci aggiorna che è stato chiuso il casello autostradale di Orvieto, i treni, non sono fermi ma viaggiano con ritardo. Molte persone sono sui tetti delle case o sui terrazzi ed attendono soccorsi. Una donna è stata tratta in salvo. Era salita su un albero per mettersi al sicuro. Anche la Caserma dei Pompieri è allagata.


Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali Alluvione Orvieto: attesa una nuova piena, il racconto live della blogger Alessandra Carnevali


VIDEO ESONDAZIONE FIUME PAGLIA ORVIETO  









VIDEO Salvataggio in elicottero dei Vigili del Fuoco presso La Svolta 









LINK UTILI


Allarme maltempo Liguria: un anno dopo l'alluvione, torna la paura


Alluvione in Liguria e Toscana: responsabilità e danni


La vera causa delle alluvioni a Genova


Alluvione in Liguria: torna la paura in Val di Vara


credit image by Facebook Alessandra Carnevali, video by Monica Riccio per Orvietonews.it

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO