18enne ucciso: fermato il fidanzato della cugina

Oggi l'autopsia sul corpo di Gianluca Serpa. L'arma del delitto è stata ritrovata in un cassonetto vicino a casa dello zio.

chignolopo.JPG


Gli investigatori probabilmente ci avevano visto giusto fin dal primo momento: l'omicidio del 18enne di Chignolo Po, nel Pavese, era stato causato da qualcuno vicino alla famiglia del ragazzo. E oggi è stato fermato il fidanzato della cugina, di 26 anni.


Gianluca Serpa, questo il nome della vittima, era morto dissanguato vicino a un bar, dopo essere stato accoltellato al petto. A ritrovarlo il padre che, inutilmente, lo aveva portato al pronto soccorso, già agonizzante. 

La persona fermata è Angelo Siciliano, che avrebbe ammazzato Gianluca al termine di una lite tra i due. Il 18enne lavorava con il padre, piccolo imprenditore edile, e nel tempo libero giocava a calcio con la squadra dell'Atletica del Po 2000.


L'arma del delitto è stata ritrovata in un cassonetto vicino alla casa della zio della vittima: è un piccolo coltello ricurvo e parzialmente seghettato, con lama di 20 centimetri. Gli inquirenti non escludono che Gianluca sia stato colpito nelle vicinanze e che poi, ferito, si sia trascinato fino al bar. Due le coltellate più profonde, una al cuore e una all'addome. Il che fa dire agli inquirenti che si è trattato di un "delitto d'impeto". Gli accertamenti scientifici e l'autopsia delle prossime ore faranno ulteriore chiarezza. In più, ci sono le telecamere di sicurezza che stanno venendo esaminate in queste ore.


 Lotus Evora S Carabinieri Lotus Evora S Carabinieri Lotus Evora S Carabinieri  Lotus Evora S Carabinieri Lotus Evora S Carabinieri  Lotus Evora S Carabinieri Lotus Evora S Carabinieri Lotus Evora S Carabinieri Lotus Evora S Carabinieri Lotus Evora S Carabinieri Lotus Evora S Carabinieri  Lotus Evora S Carabinieri


LINK UTILI:  


  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO