Crisi, siamo noi che affamiamo il mondo

Ogni anno vengono buttate nella spazzatura ben 1,3 tonnellate di cibo nel mondo. Ma la colpa non è della grande distribuzione, ma proprio dello spreco perpetrato nelle nostre case

foodforum.jpg La notizia arriva direttamente dall'agenzia Ansa: l'ho vista e mi ci sono tuffato senza pietà. Anche perché, a dire la verità, non è una gran bella notizia. E cosa dice la 'brutta notizia'? Che se non cambierà l'attuale trend di sprechi e di consumi sulle tavole del mondo, per mantenere questo stile di vita nel 2050 sarà necessario il prodotto di... tre pianeti per soddisfare il fabbisogno alimentare del pianeta.

Ben 1,3 miliardi di tonnellate di cibo va infatti ogni anno direttamente nella spazzatura. Al quarto Forum internazionale promosso da Barilla Center for Food and Nutrition (Bcfn), Lester Brown, il fondatore e presidente di Earth Policy Institute (Usa), ha fra l'altro sottolineato come il 70% dell'acqua potabile del pianeta non venga utilizzato per essere bevuto, ma sia invece utilizzato per produrre altro.


"Se si riuscisse a recuperare quanto sprechiamo ogni anno, ovvero 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, si darebbe da mangiare a metà della popolazione mondiale", ha detto Andrea Segré nel sottolineare che "la grande distribuzione spreca pochissimo, circa l'1% dell'invenduto, mentre lo spreco, oltre a quello in agricoltura, in realtà è principalmente in casa nostra, quello che buttiamo perché scade o perché ne abbiamo cucinato troppo, e una volta che è finito nel bidone non è più recuperabile. Va fatta prevenzione di questo spreco casalingo".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO