Il New York Times critica L'Aquila: "Esempio da non seguire dopo l'uragano Sandy"

Le critiche del giornalista, che ha visitato più volte la città abruzzese, in vista della ricostruzione post-Sandy.

Immagine di anteprima per aq 049p-anteprima-600x396-642160.jpg


Michael Kimmelman, giornalista del New York Times, ha lanciato un monito.

Kimmelman, che ha visitato molte volte L'Aquila dopo il sisma del 6 aprile 2009, ha dichiarato come leggiamo sul Corriere:


"L'Aquila è lontana da Staten Island o Rockaways, le aree dello Stato di New York più colpite dall'uragano Sandy, ma le difficoltà del capoluogo abruzzese dopo il devastante terremoto dell'aprile 2009 possono essere un monito per New York nella ricostruzione delle zone danneggiate dal passaggio della recente calamità naturale"


Inoltre:


"Dal giorno del terremoto le autorità italiane hanno continuato a promettere di restaurare la città al suo antico aspetto, ma meno di una dozzina di edifici sono stati riparati delle centinaia che sono stati danneggiati nel centro della città che è una sorta di città fantasma"


L'unico segnale positivo secondo il giornalista è arrivato a ottobre "quando il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è arrivato nella città abruzzese per l'apertura del nuovo auditorium progettato da Renzo Piano".


A L'Aquila insomma bisognerebbe abbandonare la speranza di ricostruire tutto com'era. E quindi anche nello stato di New York i funzionari pubblici "hanno seguito l'esempio italiano", promettendo la ricostruzione di interi quartieri senza ammettere che il progetto è "impossibile".


LINK UTILI


COM'E' L'AQUILA OGGI


Terremoto dell'Aquila: i fondi raccolti con il brano "Domani" al Teatro San Filippo Neri.


Terremoto Aquila, le responsabilità degli scienziati.


L'Aquila terremoto oggi: reportage a tre anni dal sisma.


L'Aquila terremoto oggi, la ricostruzione fasulla: mille teatri e niente case.


Raccolta fondi terremoto Emilia: ecco che fine faranno i nostri 2 euro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO