Omicidio di Lea Garofalo: le lettere dal carcere di Carmine Venturino

Carmine Venturino racconta dal carcere i dettagli dell'omicidio della ex collaboratrice di giustizia.

leagarinfophoto-anteprima-600x399-617156.jpg


Carmine Venturino parla dal carcere della morte di Lea Garofalo. Anzi, scrive lettere, dall'estate scorsa.

Eccone uno stralcio, riportato dal Corriere:


"Il coraggio di Denise, la forza che ha, mi è servita da esempio. È una cosa molto delicata e credo che a tutti farebbe piacere sapere come sono andati realmente i fatti sulla scomparsa di lei, in particolar modo a Denise: io voglio far luce su questa storia per lei"


Denise è la sua ex fidanzata. Denise, la figlia di Lea Garofalo e Carlo Cosco, che, ricorda il quotidiano, è stato condannato all'ergastolo insieme ad altri cinque imputati per il delitto.


Denise, ricordiamo, aveva deciso di testimoniare contro suo padre. Spiegava attraverso i suoi legali Enza Rando e Ilaria Ramoni:


"Io sono un'orgogliosa testimone di giustizia perché non è facile costituirsi parte civile contro il proprio padre, ma è una scelta di libertà interiore per ripartire con la vita"


Carmine, che mesi fa aveva indicato ai carabinieri il terreno su cui sono stati trovati i resti della collaboratrice di giustizia, ha spiegato che "la sofferenza per aver perso Denise non mi ha lasciato scelta". Ha "dovuto partecipare all'eliminazione di Lea" (cit. Corriere) per "la legge che vige in Calabria": "Non sono un mafioso, non sono un mostro".

LINK UTILI


Lea Garofalo processo: ergastolo per tutti gli imputati, minacciato in aula Giulio Cavalli.


Lea Garofalo: la terribile fine della collaboratrice di giustizia.


Lea Garofalo: la figlia si costituisce parte civile.


'Ndrangheta: nuovi arresti, l'inchiesta sulla cosca Valle-Lampada.


'Ndrangheta: Lea Garofalo, collaboratrice di giustizia scomparsa, è stata uccisa e sciolta nell'acido.


(immagine da archivio infophoto)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO