Nicole Minetti, una 'mignottocrazia' da 16 euro

L'elenco delle spese sospette effettuate da Nicole Minetti, tra il 2010 e il 2012, ammonta a circa 27.000 euro. E' quanto emerge dagli atti dell'inchiesta della Procura di Milano sui rimborsi regionali

MinettialtreDagospia3394949.jpg Adorabile Nicole Minetti, coinvolta nelle indagini per peculato nell'inchiesta della procura di Milano sulle spese dei consiglieri regionali lombardi con i soldi pubblici.

Ammontano a diverse migliaia di euro, infatti, le spese sostenute dalla consigliera regionale, già imputata per il caso Ruby, che avrebbe usato i soldi pubblici per pagarsi cene in ristoranti di lusso di Milano (quindi non si faceva offrire?...). Interessante anche l'aperitivo da 832 euro all'hotel Principe di Savoia (ma quanti Crodino si sarà scolata?). In totale decine di migliaia di euro di soldi pubblici, 27mila per la precisione.


Ma forse la spesa più ironica e divertente la 'pupa' del Pdl l'ha fatta in libreria e, diciamocelo pure, si tratta di una cifra talmente bassa che anche noi, io e voi che leggete, avremmo potuto offrirgliela: giusto 16 euro per comperarsi il libro di Paolo Guzzanti intitolato "Mignottocrazia". E questo, consentitemelo, è piuttosto paradossale. (foto tratta dal sito Dagospia)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO