I due marò sono arrivati a Roma: le parole di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

Sono atterrati oggi a Roma i due marò detenuti in India, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

Immagine di anteprima per maroinfophoto.jpg


Dopo 10 mesi in India i due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono tornati a Roma.

Latorre e Girone, accusati di omicidio e detenuti in India, sono partiti alle 4.55 di questa mattina con un Airbus A319 del ministero della Difesa dall'aeroporto di Kochi, in India.


Il ministro degli Esteri, Giulio Terzi, ha detto che il loro rientro anche se temporaneo è comunque "un passo significativo" e ha twittato:


"I nostri marò sono tornati a casa. Grande emozione nel riabbracciare Massimiliano e Salvatore, valorosi servitori dello Stato"


I due sottoufficiali del reggimento San Marco questo pomeriggio sono stati ricevuti dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.


Dopo l'atterraggio dell'aereo il presidente del Consiglio Mario Monti ha telefonato ai due militari italiani, ribadendo l'impegno del governo "per una definitiva soluzione del caso".


Ecco uno stralcio delle parole di Latorre:


"Faccio fatica a parlare. Sono passati 10 mesi e non ci aspettavamo di tornare per Natale: è stato possibile grazie al grande lavoro fatto dal governo e dalle istituzioni"


Qui invece le parole di Girone:


"Come vedete lo abbiamo sempre detto: siamo fiduciosi, lo siamo sempre stati e lo siamo ancora oggi. il governo indiano ci ha concesso questa grande fiducia facendoci passare il Natale qui"


I due marò hanno ottenuto una licenza per trascorrere le feste in Italia e dovranno rientrare entro il 10 gennaio: a garanzia del loro ritorno in India è stata disposta una cauzione di 60 milioni di rupie, pari a circa 826 mila euro.


Il 15 gennaio 2013 dovranno presentarsi davanti al giudice di Kollam e la Corte Suprema di New Delhi dovrà decidere se la giurisdizione del caso sia indiana o italiana. 


(immagine da archivio infophoto) 

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO