New York metropolitana: la confessione della donna fermata, "Odio i musulmani"

Una 31enne è stata fermata a New York per l'omicidio avvenuto giovedì nel Queens.

155056900.jpg


La donna che giovedì sera a New York ha ucciso un immigrato indù, gettandolo sui binari del metrò poco prima dell'arrivo di un convoglio, ha confessato.

Erika Menendez, la 31enne fermata per l'omicidio, ha detto come leggiamo sul Corriere:


"Ho spinto un musulmano sotto al treno perché odio hindu e musulmani dall'11 settembre, quando hanno abbattuto le torri gemelle"


La Menendez è stata arrestata dopo essere stata riconosciuta da un passante che ha visto i video delle telecamere di sorveglianza e se sarà condannata rischia 25 anni di carcere.


Si tratta del secondo omicidio compiuto a New York con le stesse modalità nel giro di un mese: lo scorso 3 dicembre Ki Suk Han, un uomo di 58 anni, era stato gettato sui binari della metropolitana da un senzatetto con cui aveva litigato.


Anche nel 1999, ricorda il quotidiano, si verificarono due fatti di cronaca simili: il 3 gennaio Andrew Goldstein, uno schizofrenico, spinse intenzionalmente sui binari Kendra Webdale e il 28 aprile un'altra persona con problemi psichici gettò Edgar Rivera sotto un treno, ma in questo caso la vittima sopravvisse.


credit image by Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO