Concorsi pubblici: bando per dirigenti tecnici della scuola, cinque anni per gli orali

Un vero e proprio record - in negativo -: 21 mesi per correggere gli scritti di un concorso pubblico (che era stato indetto nel 2008).

file0001661128971.jpg


Una selezione non lunga, (scandalosamente) eterna: ci sono voluti 21 mesi - fate voi un po' di calcoli - per correggere gli scritti di un concorso pubblico, voluto nel 2008 dal ministro dell'Istruzione di allora Giuseppe Fioroni.

Il bando è stato indetto il 5 febbraio 2008 per la selezione di 145 ispettori della scuola - oggi denominati "dirigenti tecnici" -. Soltanto una settimana prima però il governo Prodi era stato sfiduciato in Senato, e quindi si è dovuto aspettare il nuovo governo prima di procedere con le prove.


E il nuovo ministro, Mariastella Gelmini, che nel 2009 nomina il nuovo presidente della commissione, rinnovandola. La prima prova viene rinviata fino al 21 settembre del 2009 (un anno e mezzo dopo la pubblicazione del bando).


Alla prova preselettiva partecipano 16mila persone, ma agli scritti ne vengono ammesse 900. Gli scritti si svolgono a Roma tra il 28 febbraio e il 24 marzo 2011 e, come vi dicevamo a inizio post, i 2.700 elaborati sono stati corretti in 21 mesi.


A questo punto mancano ancora gli orali (e la compilazione della graduatoria relativa ovviamente). Ma se, come leggiamo su Repubblica, tutti i 79 ammessi agli orali passeranno ed entreranno in servizio, in tutta Italia ci saranno ancora 220 posti disponibili nell'organico degli ispettori: questo perchè nel corso degli anni molti dipendenti sono andati in pensione e non sono mai stati sostituiti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO