Scampia dice no alla serie tv 'Gomorra': Angelo Pisani, "Basta speculazioni"

Negata l'autorizzazione per girare una fiction su "Gomorra": l'opinione del presidente della Municipalità, del sindaco di Napoli e di Roberto Saviano.

84069722.jpg


Il presidente della Municipalità di Scampia, Angelo Pisani, si oppone alla fiction tv 'Gomorra'.

Come leggiamo sul Corriere, Pisani ha dichiarato in un'intervista al Corriere del Mezzogiorno:


"Ho negato qualsiasi autorizzazione allo sfruttamento di immagini e luoghi in danno del territorio. È ora di dire basta allo sfruttamento strumentale di Napoli e in particolare di questo quartiere. Enfatizzare sempre e soltanto le cose negative, che naturalmente ci sono, è innegabile, non risolve nulla anzi peggiora i problemi e conferma il marchio d'infamia che suo malgrado Scampia si tira addosso. E questo nonostante ci siano tante realtà positive di cui non si parla mai. Su 120mila abitanti almeno 199mila sono persone oneste e perbene"


Il primo ciak della serie era fissato per il 28 gennaio, ma il presidente avrebbe negato l'occupazione di suolo alla società che doveva effettuare le riprese.


Anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha parlato su Facebook di stanchezza nel vedere il quartiere ridotto "a territorio di conquista della camorra in lotta". E chiede:


"Perchè i diritti televisivi pagati lautamente non vengono riconosciuti, per esempio, al finanziamento dei progetti delle associazioni e delle scuole impegnate sul territorio?"


Di diverso avviso invece lo scrittore Roberto Saviano, che sempre su Facebook ha detto: 


"L'ennesima polemica sul racconto della realtà mi ha fatto venire alla mente l'indignazione che in Italia scatenò nel potere costituito il capolavoro di Vittorio De Sica 'Ladri di biciclette', colpevole di aver raccontato al mondo la disperazione italiana nell'immediato dopoguerra"


credit image by Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO