Aereo scomparso a Los Roques: spunta l'ipotesi del fulmine, Luca Missoni si unisce alle ricerche

Tutte le ipotesi restano aperte nel caso del velivolo scomparso a Los Roques.

78788425.jpg


Continuano in Venezuela le ricerche dell'aereo scomparso il 4 gennaio con a bordo i due piloti, Vittorio Missoni, Maurizia Castiglioni, Elda Scalvenzi e Guido Foresti.

Angela Missoni, sorella di Vittorio, ha detto (fonte Repubblica): 


"Al momento non abbiamo ulteriori notizie dalle ricerche, ma siamo fiduciosi che queste continueranno. Non ci arrenderemo"


Alle operazioni partecipano 385 soccorritori tra volontari, militari e civili, con mezzi aerei e una nave oceanografica. Ai mezzi di soccorso il prossimo 29 gennaio si aggiungerà una nave italiana e anche Luca Missoni, figlio dello stilista e pilota amatoriale, giunto in Venezuela ha volato sulla zona che va tra la costa e l'arcipelago.


Intanto Enrique Rada, il pilota venezuelano decollato con un altro velivolo subito dopo la partenza dell'aereo scomparso, ha detto in un'intervista ad un quotidiano di aver visto il mezzo sparire "inghiottito da un cumulo di nubi". Si teme quindi che sia stato colpito da un fulmine: "In quei cumuli a volte si scatena una tensione elettrica così forte che può colpire l'aereo in modo da distruggere tutto in pochi secondi". Anche Giuseppe Scalvenzi, fratello di Elda, che insieme alla moglie Rosa Apostoli aveva deciso di non salire a bordo del volo, ha raccontato di aver visto fulmini.


Ma contemporaneamente sono circolate voci su di un possibile sequestro, con l'aereo dirottato in una zona dei Caraibi controllata dai narcotrafficanti. 


credit image by Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO