Pena di morte in Usa: sedia elettrica in Virginia, prima esecuzione del 2013

E' stato lo stesso prigioniero a scegliere il metodo, dopo aver rifiutato di fare appello e di chiedere la grazia.

sediaelettrica.jpg


Ha scelto la sedia elettrica per la sua esecuzione, la prima del 2013 negli Stati Uniti. Roberto Gleason era accusato di aver ucciso i suoi due compagni di della mentre stava scontando l'ergastolo per altri due omicidi.


L'esecuzione è avvenuta in Virginia alle 3 ora italiana. Gleason non si è opposto alla sentenza della pena di morte. L'unica sua decisione è stata quella di morire con le scariche elettriche. Non ha fatto appello, non ha chiesto neanche la grazia al governatore dello Stato.

E' del 1976 la decisione della Corte suprema di dare di nuovo avvio alla pena di morte: da quel momento, sono state 1.321 le esecuzioni e solo 144 non si sono opposti in alcun modo. In particolare, sono stati 158 i prigionieri trucidati con la sedia elettrica, questo è stato il quinto caso in Virginia. L'ultimo era stato nel 2010.


A quanto pare, spulciando nella storia, l'idea di uccidere qualcuno in questo modo venne per la prima volta a un dentista, Albert Southwick. Meglio fulminare qualcuno all'istante che lentamente con l'impiccagione, come avveniva a quell'epoca.


LINK UTILI:


Diciotto volte condannato a morte: lo scandalo in Ohio


Pena di morte: il giorno del voto alle Nazioni Unite


Pentagono: pena di morte per gli attentatori dell'11 settembre

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO