"I gay dovrebbero farsi curare": bufera al liceo Foscarini di Venezia

Il caso è scoppiato al liceo classico Foscarini di Venezia. Ecco cos'è successo.

gayvolantino.jpg


Enrico Pavanello, 49 anni, professore di religione del liceo classico Foscarini di Venezia, ha esposto durante una lezione la sua opinione sull'omosessualità.

Illustrata di suo pugno con un volantino pieno di luoghi comuni - molti smentiti anche dalla comunità scientifica -, che è stato condiviso su Facebook dagli studenti e ha fatto scoppiare il caso:


"Non si nasce gay, ma lo si diventa facendo una scelta precisa, pertanto chi si trova in queste condizioni, dovrebbe farsi curare"


Il professore ha scomodato addirittura Friedrich Engels, citando:


"In un vecchio manoscritto mai pubblicato da Marx e me nel 1846 ho trovato queste parole: La prima distinzione del lavoro è quello tra uomo e donna per la riproduzione dei bambini"


I rappresentanti degli studenti si sono detti delusi e indignati delle parole del professione, e chiedono, come leggiamo sul Corriere, che si scusi con i ragazzi, mentre il preside del liceo, Rocco Fiano, ha scelto di non commentare la vicenda.


Gianfranco Bettin, l'assessore alle politiche giovanili del Comune di Venezia, ha fatto sapere:


"Stiamo facendo un lavoro nelle scuole, proprio in senso opposto, esistono ancora forme di discriminazione pesanti tra gli studenti ma esiste anche, purtroppo, molta ignoranza tra i docenti. Alcuni di loro, evidentemente, come nel caso di questo professore, sono campioni assoluti di discriminazione"


Intanto in Italia la Corte di Cassazione ha appena detto che un bambino può crescere senza problemi in un coppia gay. Ma per abbattere i pregiudizi che circondano il mondo omosessuale servirà ancora molto tempo - e questo volantino ne è la prova.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO