Attentato a Bagdad: almeno 17 morti e oltre 50 feriti

Nella zona colpiscono spesso i sunniti, che accusano il premier di averli emarginati dalla vita politica irachena.

159607586.jpg


Triplice attentato dinamitardo questa mattina alle porte di Bagdad, capitale irachena. Il bilancio parla di 17 morti accertati e oltre 50 feriti. Secondo la polizia locale, un kamikaze a bordo di un'autobomba si è lanciato contro una base dell'esercito ad al-Mahmoudiyah, 25 chilometri a sud della città.


Nel frattempo, venivano fatte esplodere due cariche esplosive. La zona è stata circondata e isolata con cordoni di sicurezza. Il bilancio delle vittime è ancora provvisorio. 

Tra le vittime, anche un militare. Al momento, non c'è stata alcuna rivendicazione, ma in questa zona colpiscono spesso i militanti sunniti, nel tentativo di destabilizzare il governo centrale e contro il primo ministro Nouri al Maliki, accusato di emarginare proprio i sunniti.


Sono della settimana fa fa gli ultimi attentati in Iraq. Attacchi preparati da Nord a Sud, con 14 morti e 65 feriti il 17 gennaio. Il giorno prima i morti erano stati 42 e i feriti ben 245. Il Paese pare vivere di nuovo l'insicurezza del post-caduta di Saddam.  


Credit image by Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO