Le prime foto di Fabrizio Corona a Lisbona: ecco perchè le manette sono state censurate

L'ex fotografo dei vip è apparso oggi su molti siti: bagno di folla e curiosi a Lisbona dopo l'arresto.

83597339.jpg


Dopo l'epica fuga del wannabe Tony Montana Fabrizio Corona, che ieri si è conclusa a Lisbona, in Portogallo (dove l'ex fotografo dei vip si è costituito), abbiamo visto tutti le foto del fuggiasco pubblicate sui siti dei principali quotidiani.

E' notizia di oggi infatti la sua futura estradizione nel nostro Paese. Ma c'è un particolare che è saltato subito all'occhio di quelle immagini: a parte quelle che erano vistosamente tagliate, le altre presentavano una nuvola di pixel intorno ai polsi. Le manette infatti in Italia non possono essere mostrate.


Ecco perchè: esiste una norma del codice di procedura penale - l'articolo 114 - che sottolinea il divieto di pubblicare fotografie "che ritraggono persone in manette oppure sottoposte ad altri mezzi di coercizione", e per quanto riguarda l'uso delle manette il comma 4 dell'articolo 2 della legge numero 492 del 1992 riporta: "sono adottate le opportune cautele per proteggere i soggetti tradotti dalla curiosità del pubblico e da ogni specie di pubblicità, nonché per evitare ad essi inutili disagi".


Anche nell'articolo 8 comma 3 del Codice deontologico dei giornalisti, approvato nel 1998, come ricorda ilPost, si specifica che "Le persone non possono essere presentate con ferri o manette ai polsi, salvo che ciò sia necessario per segnalare abusi". La norma è stata in seguito nuovamente modificata.


Ci si chiede però se l'abbondante pixelatura che viene usata nella stragrande maggioranza dei casi sia davvero utile per 'cancellare' quello specifico particolare dell'immagine - che si intuisce comunque -, per 'tutelare' davvero a norma di legge.

credit image by Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO