Iscrizioni a scuola online: problemi per i figli degli immigrati senza permesso di soggiorno

Ancora problemi per la nuova procedura online, dopo le difficoltà di accesso al sito nei giorni scorsi.

file0001665394855.jpg


Dal 21 gennaio 2013 è possibile effettuare online le iscrizioni per l'anno scolastico 2013/2014: si tratta solo di una sperimentazione, dato che l'anno prossimo la procedura sarà obbligatoria per tutti, mentre quest'anno in alcuni casi è ancora possibile adottare la procedura 'tradizionale'.

Nei primi giorni ci sono stati alcuni problemi, per prevedibile sovraccarico del sistema (qui il racconto di Polisblog): infatti come leggiamo sul Corriere "il sistema era tarato su una media di non più di 40mila accessi al giorno", a fronte di 200mila genitori che hanno provato nei primi giorni ad accedere al sito, bloccandolo - ora c'è stato un potenziamento -.


Ma adesso c'è un'altra questione da risolvere, che si presenta dopo quella citata e dopo quella dei genitori non sposati.


A quanto pare infatti, gli stranieri che non hanno il permesso di soggiorno non possono iscrivere i figli a scuola, perchè per completare la procedura serve il codice fiscale.


Dal Ministero hanno promesso:


"Entro poche ore riusciremo ad arginare anche questo. Ci stiamo lavorando"


Anche in questo caso i genitori possono adottare la procedura 'tradizionale', ovvero quella cartacea, recandosi direttamente negli istituti.


Ma il progetto Melting Pot, che si occupa di promozione dei diritti alla cittadinanza, ha fatto sapere:


"Se si va nelle scuole il problema rimane: visto che anche gli istituti devono fare l'iscrizione online. E senza codice fiscale non si va da nessuna parte"


E pensare che il passaggio al digitale doveva semplificare le cose...

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO