Principe Harry: "In Afghanistan come alla Playstation", polemiche - Video

I talebani prendono in giro il principe, dalla Gran Bretagna critiche feroci per la frase del rampollo della Casa Reale.

160088281.jpg


Eroe che torna dal fronte? Niente affatto. Il principe Harry - reduce dall'Afghanistan - con una frase infelice durante un'intervista è riuscito a scatenare l'ennesima polemica. "Il mio ruolo in guerra era una gioia per me perché io sono una di quelle persone che ama giocare con la Playstation e la Xbox. E così mi piace pensare che alla fine coi miei pollici io possa essere così utile".


Una frase che è stata interpretata così: per il principe uccidere era come sparare un un videogioco. Lanciare missili letali con il suo elicottero era come divertirsi con una console di fronte alla televisione del salotto di casa. 

Le critiche feroci gli sono arrivate da tutti, primi i talebani che hanno accusato Harry di avere "problemi mentali seri". Il portavoce, Zabiullah Mujahid, ha aggiunto: "Ci sono 49 Paesi con le loro armi potenti che non riescono a sconfiggere il Mujahedin, e ora il principe arriva a confrontare questa guerra con i videogiochi. Come la sua Playstation". 


Il principe è da sempre un obiettivo massimo per i talebani, che già l'anno scorso minacciarono di rapirlo o ucciderlo. Parole che sono tornare a risuonare in questo periodo, quando si è saputo che Harry in una missione aveva ucciso un capo talebano. Difeso in Gran Bretagna fino all'ultima uscita, questa volta il rampollo della Casa Reale si è lanciato senza paracadute.


Un comandante delle forze armate britanniche a Helmand, secondo il Daily Mail, ha parlato di commenti "grossolani" da parte del principe. Non solo: Harry ha dimostrato mancanza di rispetto verso chi rischia la vita lontano da casa. "Non è un gioco - ha detto ancora la fonte militare - ma una cosa molto, molto reale".















  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO