Aereo caduto in Kazakistan: 22 morti

La fitta nebbia sarebbe stata la causa dell'incidente. Non ci sono sopravvissuti, si cercano le scatole nere.

scatairlines.jpg


Forse è stata la nebbia a far precipitare un aereo in Kazakistan, vicino alla capitale finanziaria Almaty, tra l'autostrada Kulzha e il villaggio di Kyzyltu. Il bilancio riporta da Repubblica è di 22 morti, tra i quali i sei membri dell'equipaggio. L'agenzia Interfax dice che non ci sarebbero sopravvissuti. 


Il velivolo apparteneva a una compagnia aerea kazaka, la Skat. Al momento dello schianto, l'aereo si trovava nel sudest del Paese, non lontano dalla frontiera con il Kirghizistan. In una zona con molte montagne. 

A quanto pare, l'incidente sarebbe avvenuto quando l'aereo aveva già iniziato le manovre di atterraggio. Le condizioni meteo avverse e le cime delle montagne avrebbero tradito il pilota. La visibilità era infatti ridotta al minimo. La compagnia aerea ha fatto sapere che, al di là delle congetture che si possono fare al momento sul disastro, saranno soltanto le scatole nere a raccontare davvero cosa è avvenuto. 


Il velivolo era partito dall'aeroporto di Lokshetau ed era diretto ad Almaty. Solo un mese fa, sempre nella stessa zona, c'era stato un altro schianto di un aereo militare, con a bordo anche un alto ufficiale dell'Esercito. Allora, i morti erano stati 27.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO