Strage di Ustica, la sentenza della Cassazione: lo Stato dovrà risarcire i familiari delle vittime

E' arrivata la prima sentenza in sede civile sulla strage di Ustica, che avvenne a causa di un missile e non per un'esplosione interna.

51398621.jpg


Siamo di fronte ad un momento storico: la Cassazione ha infatti emesso in sede civile - i procedimenti penali si sono conclusi con la completa assoluzione degli imputati - la prima sentenza definitiva di condanna al risarcimento per la strage di Ustica.

Che, come leggiamo sul Corriere, "avvenne a causa di un missile e non di una esplosione interna". Lo Stato quindi dovrà risarcire i familiari delle vittime "per non aver garantito, con sufficienti controlli dei radar civili e militari, la sicurezza dei cieli".


Infatti l'aereo dell'Itavia Douglas DC-9, decollato dall'Aeroporto di Bologna e diretto a Palermo, il 27 giugno 1980 si squarciò in volo e scomparve in mare.


Dopo tutti questi anni molti aspetti di questo disastro non sono ancora stati chiariti, e negli anni sono emerse numerose ipotesi: dal coinvolgimento internazionale al cedimento strutturale fino all'attentato terroristico.


Nel 2007 l'ex-presidente della Repubblica Francesco Cossiga che all'epoca era presidente del Consiglio, aveva attribuito la responsabilità del disastro ad un missile francese "a risonanza e non ad impatto" che doveva abbattere l'aereo su cui sarebbe trovato il dittatore libico Gheddafi.


I giudici di Palermo, in primo e secondo grado, hanno seguito proprio questa ricostruzione, confermata adesso anche nel terzo grado di giudizio.


credit image by Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO