Turchia, esplosione in ambasciata Usa: due morti

A pochi metri ci sono anche le sedi diplomatiche di Italia, Germania e Francia dove sono state rafforzate le misure di sicurezza.

160466914.jpg


Attentato kamikaze questa mattina davanti a uno degli ingresssi laterali dell'ambasciata Usa ad Ankara, in Turchia. Oltre all'attentatore, è morta una guardia, mentre alcune persone sono rimaste ferite.


Il premier turco Recep Tayyip Erdogan ha confermato in diretta tv il bilancio dell'attacco suicida e ha chiesto uno sforzo da parte di tutti contro il terrorismo. Nelle immagini della televisione, si vede una porta scardinata, danni sui muri perimetrali dell'edificio e una colonna di fumo.

La Reuters cita un testimone oculare che ha visto una donna gravemente ferita mentre veniva caricata su un'ambulanza. L'esplosione è avvenuta alle 13.15 ora di Ankara, non avrebbe danneggiato l'interno dell'ambasciata secondo fonti locali citate dalla tv. L'onda d'urto ha invece danneggiato alcuni edifici vicini, distruggendo vetrine fino a 100 metri dalla sede diplomatica.


A pochi metri dall'ambasciata americana, si trovano anche quelle della Germania, della Francia e dell'Italia. Sono state rafforzate le misure di sicurezza in tutta la zona. Ankara è un alleato storico degli Usa e negli ultimi mesi ha fatto pressanti appelli alla Comunità internazionale, chiedendo un intervento in Siria dove la mesi infuria la guerra civile. 


Sul territorio turco ci sono centinaia di militari americani, tedeschi e olandesi che, tra le altre cose, gestiscono un sistema di difesa dotato di missili Patriot che entrerà in funzione a giorni.


Credit image by Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO