India, morto e cremato: e invece torna dopo il funerale

Uno scambio di persona ha portato all'incredibile episodio. La famiglia avvertita da un parente che il figlio era ancora vivo.

indiacimitero.jpg


Da noi si direbbe "morto e sepolto", in India "morto e cremato". E se poi quella persona torna a casa come se niente fosse? Beh, non si può non gridare al miracolo. Salvo poi rendersi conto che una serie di errori da film aveva portato due genitori a cremare il corpo del figlio creduto morto. 


Il protagonista della vicenda è un ragazzo di 22 anni. La famiglia aveva riconosciuto il suo presunto cadavere, aveva organizzato e celebrato il funerale e infine aveva cremato il corpo. Tutto secondo le regole. Ma le ceneri, in realtà, erano di uno sconosciuto.

La famiglia se n'è accorta quando un parente ha telefonato per dire che il defunto era a casa sua. Vivo. Mohammad Haris, questo il nome del 22enne, era andato a Chennai a cercare un lavoro, ma era misteriosamente scomparso dalla camera d'albergo che occupava. E non si era preoccupato di dare sue notizie. Erano partita così le ricerche finché, in un fiume, non era affiorato il corpo ormai decomposto di una persona. 


Madre e padre avevano riconosciuto in quel cadavere il figlio, in base agli indumenti intimi e a una cicatrice su una gamba. I resti erano stati portati a Kerala, e come scrive il quotidiano The Times of India, il 24 gennaio c'era stato il rito funebre della cremazione. Pochi giorni dopo, la telefonata. Che non proveniva da regno dei morti, ma da casa di un parente.


Haris è così tornato a casa, riabbracciando i familiari. E il quartiere - almeno per un po' - ha pensato davvero di essere di fronte a un miracolo degno dei tempi di Gesù Cristo. 


  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO