Medioriente: il Gangnam Style ora è simbolo della protesta palestinese - VIDEO

Il gruppo, guidato da Mohannad Barakat, spera così di avere maggiore visibilità a livello mondiale.

palestinesigangnam.JPG


Il Gangnam Style non finisce di stupire. Da fenomeno di massa ora è anche strumento di protesta. In particolare, del popolo palestinese. La hit del rapper sudcoreano Psy è ora utilizzato dal gruppo guidato da Mohannad Barakat, che vuole attirare le attenzioni sui problemi della Striscia di Gaza.


Mentre impazza la musica, il gruppo fa vedere cartelli con la denuncia della disoccupazione, della mancanza di carburante e del divieto imposto da Israele. I protagonisti del video danzano sulle spiagge della Striscia, ma anche in un salotto e per le strade.

In testa e al collo indossano la kefiah. Il video termina con lo stesso gruppo di ballerini che danza davanti a un posto di blocco israeliano. Mohannad Barakat ha spiegato il perché di questo video: "Il Gangnam Style gode di grandissima diffusione: ecco perché l'abbiamo adottato. Speriamo così che la nostra protesta possa avere ancora più visibilità a livello mondiale".


Effettivamente, l'accostamento pare aver colpito nel segno. Dal primo febbraio, giorno in cui il video è stato postato da Youtube, è stato già cliccato da più di 70mila mani.















  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO