Sciopero Iberia: scontri all'aeroporto di Madrid

Iniziata la settimana di astensione per protestare contro il taglio di posti di lavoro e di stipendio.

scioperoiberia.jpg


Scioperi, voli cancellati, scontri. La Spagna si risveglia a terra, a causa dell'astensione dal lavoro dei dipendenti Iberia, che durerà per tutta la settimana. Fino a venerdì, sono previste 1.220 cancellazioni perché a incrociare le braccia sono anche le compagnie collegate a Iberia (Vueling, Air Nostrum e Iberia Express). 


Momenti di tensione oggi all'aeroporto di Madrid. Gli scioperanti hanno bloccato l'accesso al terminal 4, poi un gruppo ha fatto irruzione all'interno, obbligando alla chiusura il banco dell'Iberia e del suo partner, British Airways. Ci sono stati scontri con la polizia, cinque persone sono state arrestate e una è rimasta ferita.















 


Pure all'aeroporto di Barcellona i manifestanti hanno bloccato gli accessi, protestando davanti allo scalo. Il governo spagnolo ha fatto sapere che Iberia sta fornendo i servizi minimi previsti dalla legge. Tra questi, i collegamenti aerei con le Baleari, le Canarie e la metà dei voli internazionali.


La compagnia di bandiera iberica, dal canto suo, ha comunicato di aver trovato voli alternativi per 60mila dei 70mila passeggeri colpiti. Gli altri riceveranno il rimborso. I dipendenti di Iberia protestano per il taglio di 3.800 posti di lavoro, il 20 per cento del totale, in seguito alla fusione con British Airways. Il piano prevede anche tagli agli stipendi. A marzo, sono previste altre due astensioni di cinque giorni. 

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO