Tre sorelline stuprate e uccise in India

Orrore in India, dove tre giovanissime sorelle sono state stuprate e uccise da sconosciuti, e i loro corpi abbandonati in un pozzo di un villaggio nello Stato di Maharashtra

Indiaproteste23345.jpg L'ultimo orrore arriva dalla zona occidentale dell'India e, in particolare, dal distretto di Bhandara, nello stato di Maharashtra, dove tre bambine, tutte sorelle, di 6, 8 e 11 anni, sono state stuprate e uccise prima che i loro corpi senza vita venissero ritrovati dalla polizia nel pozzo del villaggio.

I corpi sono stati ritrovati due giorni dopo la scomparsa delle tre bambine, avvenuta pochi giorni fa. I parenti delle vittime hanno raccontato che le bambine erano uscite di casa per andare a cercare la madre e non sono più state viste. Una famiglia in cui era già mancato il padre, quella delle tre ragazze, allevate dala madre e dai nonni, ma soprattutto un villaggio che ha visto solo dopo una seconda analisi la polizia cambiare versione, passando dal semplice 'incidente' all'omicidio.


Il dramma delle tre ragazze ha quindi scatenato le proteste degli abitanti del villaggio, sulla scia delle manifestazioni scoppiate a Nuova Delhi dopo lo stupro e l'uccisione, lo scorso dicembre, di una studentessa di 23 anni, che aveva portato l'opinione pubblica a richiedere la pena di morte per i colpevoli. In realtà l'India è attraversata da una serie di delitti che vedono coinvolte giovani donne, e spesso questi assassinii vengono perpetrati nelle famiglie, dopo sono spesso i componenti maschi a uccidere per motivi di 'onore' o altre 'amenità' del genere, fino ad arrivare all'uccisione delle neonate da parte dei genitori, quando si scopre che invece del prediletto maschio, spunta il volto di una bambina.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO