Gli islamici del Pakistan odiano San Valentino

Violenta campagna anti-San Valentino da parte di alcuni affiliati al principale partito religioso in Pakistan. Gli integralisti, che considerano la ricorrenza una festa anti islamica, vogliono sostituirla con la 'giornata della decenza'

islamagainststvalentine.jpg Se penso che c'è qualche buontempone che in Italia vuole eliminare la festa del Natale perché irrita troppo la sensibilità degli aderenti ad 'altre confessioni' mi prende un senso di vertigine. Specie se, fra gli aderenti ad 'altre confessioni' albergano belimbusti come quelli che vivono e prosperano nel Pakistan. Dove una durissima campagna 'anti San Valentino' è stata lanciata da parte di alcuni affiliati al principale partito religioso della nazione asiatica.

Gli integralisti islamici infatti, considerano la 'festa degli innamorati' una ricorrenza anti islamica, e pertanto vogliono sostituirla con la 'giornata della decenza'. Una proposta che, giusto in tema di decenza non può meritare se non che un 'vaffanculo' totale. I bei tomi di cui sopra hanno anche organizzato un presidio davanti all'edificio che ospita gli organi di stampa di Peshawar (nord-ovest), dove hanno scandito slogan contro San Valentino (proprio il santo!), responsabile, secondo loro, di 'diffondere l'indecenza nel mondo'.


"Non permetteremo che si svolga una festa per San Valentino", ha affermato il leader del movimento studentesco fondamentalista, Shahzad Ahmed. Ecco, l'ultima considerazione. Ma, sempre in teoria, studiare non dovrebbe aiutare a diventare più intelligenti? E allora perché, inesorabilmente, gli 'studenti islamici' sono un branco di pirla? Almeno coloro che straparlano sventolando il loro libricino biblico...

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO