Medio Oriente: Gaza lancia razzo contro Israele

Rivendicato dai Martiri di al-Aqsa per vendicare la morte di Arafat Jaradat, morto nelle carceri israeliani.

162674793.jpg


Sale la tensione in Medio Oriente dopo che dalla Striscia di Gaza è stato lanciato un razzo verso Israele. Più esattamente verso la città di Ashqelon. Fortunatamente, non si segnalano vittime. La milizia legata ad al Fatah (i Martiri di al-Aqsa) ha rivendicato la paternità dell'attacco.


Il gruppo ha spiegato di voler così punire Israele per la morte di Arafat Jaradat, detenuto palestinese deceduto nella cella di un carcere israeliano che apparteneva al medesimo movimento. 

Radio Gerusalemme ha dato ulteriori dettagli dell'attacco: il razzo è un Grad M75 potenziato, con una gittata di 40-50 chilometri. Da dicembre, è il primo lancio che viene effettuato da Gaza verso Israele. 


Sulla morte di Jaradat, mentre l'Anp sostiene che sia avvenuta a causa delle sevizie subite da parte dei servizi segreti israeliani, Tel Aviv nega. Robert Serry, emissario delle Nazioni Unite, ha chiesto un'inchiesta indipendente. La tensione resta alta: ieri, durante le manifestazioni seguite ai funerali di Jaradat, un adolescente è stato ferito gravemente dal fuoco dei soldati israeliani. E nelle prigioni israeliene, prosegue lo sciopero della fame intrapreso da quattro palestinesi. Tre di loro sono stati ricoverati in ospedale in condizioni critiche.


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO