Armi in America: anche le donne si abituano a sparare

Le donne 'made in USA' si armano per reagire alla violenza cui spesso sono sottoposte. Un'affrancarsi dalla paura del 'sesso forte' o semplicemente lo scivolare verso la violenza quotidiana che tanti morti fa negli Stati Uniti ogni anno?

revolverTaylorMomsen.jpg Non sono proprio Calamity Jane, ma certamente molte donne americane, in quello stesso Paese che tanto fiato ha dato al femminismo e ai diritti delle donne in genere, sta virando su sempre maggior aumento di persone in grado di impugnare un'arma e far scattare il griletto. Anche fra le donne. Ai poligoni di tiro degli Stati Uniti, infatti, un numero crescente di donne impara a sparare.

Ed è proporzionalmente aumentata anche la vendita di armi in genere nel 'gentil sesso'. Secondo Peggy Tartaro, direttrice della rivista "Women and Guns", le stime vanno dai 12 ai 17 milioni. Secondo quanto racconta il "New York Times", per le donne non è solo di un hobby: Tina Cohen-Wilson, ex agente dei servizi segreti che ha fondato l'associazione 'She can shoot', che conta 3.000 membri in tutto il Paese, spiega che il 90% di chi ha aderito è stata vittima di stupri, stalking o violenze domestiche. "Si sono sentite vulnerabili, e ora invece vogliono divenire indipendenti ed essere in grado di proteggere se' stesse", ha detto la Cohen-Wilson. Anche i produttori si stanno adattando al nuovo trend, tanto che vengono realizzate pubblicità solo per il pubblico femminile, modelli speciali di armi con colori personalizzabili. E, manco a dirlo, quello preferito è il... rosa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO