Ecuador: rivince Correa, ormai è una dittatura

Con una vittoria schiacciante, il socialista Rafael Correa - 49 anni, uno dei leader 'bolivariani' dell'America Latina - è stato rieletto alla guida dell'Ecuador

correafamily349.jpg Rafael Correa vince, rivince, stravince. L'Ecuador è roba sua, la 'rivoluzione bolivariana' si conferma come 'alternativa' e riporta il 49.enne socialista alla guida del Paese latinoamericano, ovviamente fra i plausi delle nazioni amiche, ovvero Cuba e Venezuela in primis. Una superdiretta minuto per minuto è andata in onda sul canale TeleSur, ovvero la 'voce' di Hugo Chavez.

Correa, che l'hanno scorso ha pure visitato l'Italia, ha ottenuto il 61% delle preferenze alle elezioni presidenziali nel paese andino. Visibilmente emozionato, ha festeggiato nella sede della presidenza a Quito insieme alla moglie e ai tre figli, alla presenza di diversi funzionari del suo governo e giornalisti.


Il suo sfidante,l'ex banchiere Guillermo Lasso, non e' andato al di là del 21% dei voti. "Stiamo costruendo la nostra 'Patria Grande' latinoamericana. Grazie per la vostra fiducia, siamo qui per servirvi", ha commentato affacciandosi al balcone del palazzo presidenziale nel centro storico di Quito, salutando così i propri simpatizzanti. Correa, che pure è accusato di autoritarismo e di corruzione, è al potere dal 2007 ed è stato rieletto nel 2009: rimarrà al vertice dello Stato per altri quattro anni, per un totale di dieci anni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO