Titanic in mare: milionario australiano costruisce la copia, salperà nel 2016

Il viaggio inaugurale sulla stessa rotta dello sfortunato predecessore. Il nuovo transatlantico avrà però ospedale di bordo, eliporto, aria condizionata e molte scialuppe.

162771797 (2).jpg


Un milionario australiano ha deciso di farsi un regalo molto particolare: ricostruire la copia identica del Titanic e salpare nel 2016 da Southampton, in Inghilterra, con meta finale New York.


In barba alla scaramanzia, il transatlantico non sarà solo identico a quello che si inabissò dopo aver sbattuto contro un iceberg; si chiamerà anche Titanic. Inutile aggiungere che pure il viaggio inaugurale seguirà fedelmente la rotta del suo sfortunato predecessore. 

Clive Palmer - questo il nome del ricchissimo armatore, che in realtà di professione fa l'imprenditore minerario, ha promesso di far rivivere l'epopea della nave dal vero. Non solo al cinema. L'unica differenza sarà che ci saranno più scialuppe di salvataggio (perché, non si sa mai...).


A riportare l'iniziativa oggi è il Daily Telegraph. Presentando il progetto, Palmer ha evitato di dire che il nuovo Titanic sarà inaffondabile. Anzi: "Qualsiasi cosa, se gli fai un buco, affonda". In ogni caso, la sicurezza pare essere al primo posto nell'idea di Palmer. Se il Titanic originale aveva a bordo 2.224 persone per appena 16 scialuppe di legno, la nuova nave avrà posto per 2.435 passeggeri e 900 persone dell'equipaggio. Le barche di salvataggio avranno posto per 2.700 persone, ci saranno altri mezzi di soccorso e gommoni e canotti in grado di far salire a bordo altri 800 passeggeri.


Siccome non siamo più nel 1912, il Titanic 2 avrà l'aria condizionata a bordo. Un ospedale di bordo e un eliporto. Ma niente paura: per i nostalgici, avrà l'aspetto di un transatlantico d'epoca. Avrà tre classi, come il suo antenato. E saranno rigidamente divise tra loro. 


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO