Bambini scudi umani: Siria, la denuncia di Save the Children

Matrimoni precoci per difendere le femmine dalle violenze sessuali, niente cibo e scuole distrutte da una guerra che va avanti da due anni.

162196993.jpg


Cresce il numero di bambini utilizzati come veri e propri scudi umani da gruppi armati della Siria. La denuncia è dell'associazione Save the Children. Sono sia i governativi sia i ribelli a servirsi dei minori. Alcuni, se non vengono utilizzati come scudi, vengono inviati al fronte in qualità di staffette.


Save the Children ha raccolto le testimonianze di bambini rifugiati in Turchia. Un minore su tre sarebbe stato aggredito, percosso e raggiunto da spari prima di riuscire a scappare varcando la frontiera.

Nel rapporto "Bambini sotto tiro", la Ong rileva come in Siria siano tuttora intrappolati due milioni di minori, bersaglio non solo delle bombe, ma anche di malnutrizione, malattie, gravi traumi e matrimoni precoci per difendere le femmine dalle violenze sessuali. "La guerra ha avuto un impatto devastante sui bambini, che faticano a trovare il cibo. Decine di migliaia sono costretti a vivere nelle grotte, nascosti nei fienili o nei parchi, senza servizi igienici e senza scuola. La maggior parte degli insegnanti è infatti scappata".


L'Organizzazione ha lanciato un appello all'Onu che chiunque può sottoscrivere, con scadenza il 15 marzo, su www.savethechildren.it/firma. L'Ong si rivolge poi ai governi che hanno risposto alla richiesta di inviare aiuti per 1,5 miliardi di dollari "affinché procedano immediatamente allo stanziamento promesso per poter intervenire sia all'interno del Paese sia negli Stati confinanti, dove si riversano senza sosta i rifugiati". 


Altri dati scoraggianti del Rapporto: in un Paese dove il 90 per cento dei bambini andava a scuola (il dato più alto del Medio Oriente), ora 2mila istituti sono andati distrutti. Altre vengono utilizzate come rifugi; in certe zone, il prezzo del combustibile schizzato al +500% ha costretto le popolazioni a ripararsi dal freddo bruciando i banchi. 


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO