Corriere della Sera sciopero due giorni

L'agitazione per i tagli previsti da Rcs.

Corriere della Sera.jpg Il Corriere della Sera è In sciopero per due giorni, contro il piano di "ristrutturazione aziendale".

Comincia così, il comunicato sindacale con cui si annuncia la due giorni di agitazione da parte dei giornalisti del CorSera: «Care lettrici e cari lettori, domani e dopodomani il Corriere della Sera non sarà in edicola, il sito online non sarà aggiornato, e non usciranno tutti gli inserti settimanali. I giornalisti del Corriere con questi scioperi respingono nettamente il piano di ristrutturazione presentato ieri dalla direzione aziendale che prevede una riduzione dell'organico di 110 giornalisti su un totale di 355, il taglio di parti rilevanti delle retribuzioni effettive, la possibile vendita di sedi e riduzioni di pagine. Meno giornalisti, meno risorse significano semplicemente un Corriere meno autorevole e meno autonomo».


Oggi e domani (18 e 19 marzo), dunque, il sito non sarà aggiornato. Domani e dopodomani, invece (19 e 20 marzo) il cartaceo non sarà in edicola.


Rcs versa in cattive acque e ha deciso per la chiusura delle sedi estere e per 110 prepensionamenti in tre anni al Corsera, con una situazione decisamente difficile anche in tutte le altre sezioni: periodici, libri, pubblicità, per un totale di 270 "esuberi" (ovvero: altri "prepensionamenti", mobilità o "efficientamenti", 90 lavoratori che verranno "esternalizzati" in vista)


Il prossimo Cda è previsto per venerdì 22 marzo, prima della giornata decisiva, il 27 marzo.


Al momento appare davvero difficile che la protesta possa avere esito soddisfacente.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO