Morto Antonio Manganelli: chi era il capo della polizia

Negli anni '80 inizia la sua ascesa nel corpo della Polizia. Nella sua carriera anche l'insegnamento.

83554037.jpg


Antonio Manganelli aveva 62 anni ed era capo della Polizia dal 25 giugno 2007. Nato ad Avellino, aveva conseguito la laurea in Legge a Napoli, specializzandosi poi in Criminologia presso l'Università di Modena e Reggio Emilia.


La sua ascesa nel corpo della Polizia inizia negli Anni '80: è infatti il numero due del Nucleo anticrimine. Collabora con i magistrati Falcone e Borsellino. Nel 1991 viene promosso direttore dello Sco, Servizio Centrale Operativo. Dal 1997 è questore a Palermo, quindi a Napoli due anni dopo.

Nel 2000 diventa prefetto e viene nominato direttore centrale della Polizia criminale e vicedirettore generale della Pubblica Sicurezza. Dal 2001 diviene vicario del capo della Polizia Gianni De Gennaro. E' in Consiglio dei ministri, il 25 giugno 2007, a nominarlo capo della Polizia italiana.


Manganelli, che oggi è mancato per le complicazioni successive a un'emorragia cerebrale, è stato anche docente di Tecnica di polizia giudiziaria all'Istituto superiore di Polizia. Ha pubblicato diversi saggi sull'argomento. In particolare sui sequestri e sulla tecnica investigativa. 


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO