Previsioni meteo, è guerra in Veneto: Zaia chiede l'oscuramento dei siti

I siti delle previsioni meteo possono essere responsabili della crisi del turismo?

meteomario.jpg


Piove piove, la gatta non si muove...e nemmeno i turisti in Veneto pare.

Il presidente di Regione Luca Zaia qualche giorno fa si è unito alla crociata contro i siti delle previsioni meteo, che in caso di errore possono influenzare (a suo dire) le scelte dei vacanzieri, con conseguente crisi del turismo - fonte Corriere -:


"Con i nostri legali stiamo valutando ipotesi di richieste danni se i gestori di questi siti continuano su questa strada. Torniamo alla semplicità, come il Papa che dice 'buonasera'. Pensiamo di essere meglio di Dio?"


Anche gli albergatori di Rimini avevano protestato per le previsioni 'apocalittiche', che avrebbero spinto potenziali vacanzieri a disdire le loro prenotazioni. Che poi, lasciando stare la nostra effettiva moderna dipendenza da 'che tempo farà' (ci sono previsioni meteo anche negli eventi su Facebook), quale responsabilità sia imputabile a livello concreto alle previsioni 'sbagliate' è ancora da dimostrare.


Previsione uguale "ipotesi di ciò che accadrà", lo dice la parola stessa.


Zaia intanto resta sul piede di guerra, anche considerato che i ponti del 25 Aprile e Primo Maggio si avvicinano inesorabilmente.


E ha rincarato la dose:


"Si oscurino le previsioni meteo per il Veneto nei siti che forniscono questo servizio o procederemo per danni. Lanciamo un appello perchè questi signori ci cancellino dalle previsioni del tempo: che facciano un'area tutta nera, non ci importa nulla. Meglio tornare a Bernacca, previsioni molto macro"


Il risultato sarebbe come il Molise nell'Mtg di "Mario" (sul perchè il Molise non compaia nelle previsioni...è un'altra storia).


Ma almeno l'Mtg sulle previsioni ci azzecca.


Scherzi a parte: il punto che fa sorgere una riflessione non è tanto sull'attendibilità dei siti che offrono un servizio di previsioni del tempo, quanto sul fatto che Zaia in persona abbia invitato a consultare le previsioni dell'Arpav, insinuando che quelle dei 'siti' (questa entità vaga e sconosciuta) siano imprecise.


Sembra un attacco più che alle previsioni meteo, ai siti che fanno 'concorrenza' a quello dell'Agenzia Regionale.


Però pur sempre di PREVISIONI si tratta.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO