Strage di bambini in Siria: bomba su Aleppo, 15 morti

Assad torna a parlare: "Se cade la Siria, terremoto in Medio Oriente". Stati Uniti pensano di bombardare gli aerei da guerra del regime.

165690669.jpg


Una bomba su Aleppo, in Siria, ha causato l'ennesima strage degli innocenti, con almeno nove bambini uccisi. In totale, le vittime sono state 15. La notizia arriva dall'Osservatorio siriano per i diritti umani. L'ordigno sarebbe stato sganciato nella zona di Sheikh Maqsoud.


Dal bunker dove è asserragliato ormai da mesi, è intanto tornato a parlare il presidente Assad: "Se cade la Siria, ci sarà un effetto domino su tutto il Medio Oriente". 

Assad continua a dire che i colpi di mortaio che colpiscono la capitale Damasco sono opera di terroristi che si sono infiltrati nel Paese dagli Stati confinanti. L'ultimo attacco dei ribelli su obiettivi sensibili del regime avrebbe causato due morti e 13 feriti, ma il bilancio dell'agenzia ufficiale Sana non è verificabile.


Gli Stati Uniti avrebbero programmato una nuova strategia. Secondo alcune fonti, citate in forma anonima, ci sarebbe l'opzione di bombardare a terra aerei da guerra del regime di Assad. Così come l'uso di missili Patriot di stanza in Turchia contro gli Scud che il governo siriano utilizza per attaccare le zone in cui la popolazione è solidale con i ribelli. 


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO