Vigili del fuoco in ostaggio: Usa, uomo viene ucciso dalla polizia

Sei mesi fa aveva perso la casa, chiedeva gli riattivassero tv, internet ed telefono per liberare i pompieri.

161624303.jpg


Dramma a Suwanee, in Georgia. Un uomo armato ha preso in ostaggio quattro vigili del fuoco e, dopo diverse ore di trattative infruttuose, è stato ucciso dalla polizia. I pompieri sono rimasti feriti a loro volta, ma non sono in gravi condizioni.


Con astuzia, l'uomo aveva telefonato alla centrale dei vigili del fuoco dicendo di sentirsi male. Quando la squadra è arrivata a casa sua, la situazione è degenerata: minacciati con le armi, i pompieri sono stati presi in ostaggio. L'uomo, in cambio della loro liberazione, chiedeva che venissero riattaccate telefono, internet e tv via cavo. Sei mesi prima, la banca gli aveva pignorato la casa a causa del mancato pagamento delle rate del mutuo.

Dei cinque vigili del fuoco trattenuti con la forza, successivamente uno è stato liberato per poter spostare il camion e liberare la visuale davanti alla finestra. Intanto, 50 agenti e le forze speciali Swat erano arrivate davanti all'appartamento. Con le trattative in una fase di stallo, si è deciso il blitz. 


E' stata distolta l'attenzione dell'uomo con dell'esplosivo, nel frattempo le teste di cuoio sono penetrate in casa. Un poliziotto è rimasto ferito alla mano, il rapitore è stato ucciso. Aveva con sè diverse pistole e fucili. Il caporale Edwin Ritter ha spiegato: "E' stata una circostanza sfortunata, non volevamo che finisse così". 


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO