Franca Rame è morta: il teatro italiano perde una delle sue colonne portanti

Insieme al marito Dario Fo aveva fondato la Compagnia Dario Fo-Franca Rame.

74478263.jpg


Il teatro italiano oggi piange Franca Rame: l'attrice infatti è scomparsa oggi a Milano a 84 anni. Suo compagno di una vita il Premio Nobel Dario Fo.

Franca Rame era figlia d'arte: ha intrapreso infatti la carriera teatrale fin dall'infanzia. La sua famiglia vantava antiche tradizioni legate al teatro dei burattini e delle marionette risalenti al 1600.


Nel 1954 sposa il suo collega Dario Fo e quattro anni dopo i due fondano la Compagnia Dario Fo-Franca Rame. Nel 1968 fondano il collettivo Nuova Scena dal quale si separeranno per divergenze politico-ideologiche. Nascerà poi un gruppo di lavoro, detto La Comune, con cui la coppia interpreta spettacoli satirici e politici - come "Morte accidentale di un anarchico".


Dalla fine degli anni settanta Franca partecipa al movimento femminista (l'attenzione per la politica e per le tematiche femminili l'accompagneranno per tutta la vita) e nel marzo del 1973 viene rapita da esponenti dell'estrema destra e stuprata. L'esperienza verrà raccontata nel 1981 nel celebre lavoro "Lo stupro", del 1981.

Nel 1999 ha ricevuto la laurea honoris causa da parte dell'Università di Wolverhampton insieme a Dario Fo e nelle elezioni politiche del 2006 si è candidata come capolista al Senato in Piemonte (eletta), Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana e Umbria tra le file dell'Italia dei Valori. Franca ha lasciato il Senato nel 2008.

La sua autobiografia "Una vita all'improvvisa", scritta insieme a Fo, risale al 2009 e tra dicembre 2011 e marzo 2012 Rame ha riportato in scena "Mistero buffo".

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO