Maturità 2013 seconda prova: ecco le versioni di latino uscite dal 2000 al 2011

Da Vitruvio a Seneca, quale autore latino sarà protagonista della seconda prova per il Liceo Classico?

Immagine di anteprima per 146499932.jpg


Dopo le prime idee per il tototema, iniziamo a farci qualche idea sulla seconda prova di indirizzo per il Liceo Classico, la versione. Quest'anno sarà protagonista la lingua latina.

Per un ripasso, per fare esercizio, ma anche per provare a fare le prime ipotesi su chi potrebbe essere l'autore che sarà scelto quest'anno, ecco l'elenco di tutti i brani che sono usciti dal 2000 al 2009.


Come si può notare dallo schema qui sotto latino è stato proposto per due anni consecutivi, nel 2002 e nel 2003. Gettonatissimi Seneca e Cicerone, apparsi rispettivamente nel 2003-2007-2011, e nel 2002-2009. Si tratta di autori molto noti anche agli studenti, anche per il grado di difficoltà.


Temutissimo invece Tacito, proposto nel 2005, considerato da tutti il più difficile. Ma anche Vitruvio, uscito nel 2000, non è considerato semplice.


2000
Vitruvio: "La formazione dell'architetto" dal De Architectura I (11-13)


2002
Cicerone: "Non c'è amicizia senza lealtà" dal Laelius de amicitia (18)

2003
Seneca: "Il lento cammino della conoscenza" dal Naturales quaestiones VII (25)

2005
Tacito: "Caso e necessità" dagli Annales VI (22)

2007
Seneca: "Io ho quel che ho donato" dal De Beneficiis XI

2009
Cicerone: paragrafi 88 e 89 dal De Officis I


2011
Seneca: "Il vero bene è la virtù" da Ad Lucilium, Libro XIII (Lettere LXXII-LXIV)


In attesa delle prime indiscrezioni del totoversione, non vi resta che iniziare a ripassare la grammatica.


Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO