Ryanair, un pilota attacca la compagnia: "Low cost ma a che prezzo?"

Un comandante della Ryanair ha descritto in un libro le condizioni in cui i piloti sono costretti a lavorare e l'ossessione per il risparmio di carburante, tutto a scapito della sicurezza dei passeggeri.

Un libro contro Ryanair scritto da un dipendente.jpg


In Francia è uscito un libro che è destinato a diventare molto più di un caso editoriale: lo ha scritto un pilota Ryanair e descrive le dinamiche interne della compagnia aerea low cost che per risparmiare massacra di lavoro i suoi dipendenti e li obbliga a consumare poco carburante, mettendo in pericolo i passeggeri.

Per il libro pubblicato da Altipresse con il titolo Ryanair. Low cost mais à quel prix? (ossia "low cost ma a che prezzo?"), il pilota ha usato lo pseudonimo Christian Fletcher, perché nonostante tutto lavora ancora per la compagnia e non vuole essere licenziato (a meno che non diventi ricchissimo con i proventi del libro...).
In 300 pagine l'autore descrive i ritmi insostenibili di lavoro dei piloti che a volte sono costretti a dormire appena tre o o quattro ore o a fare scali brevissimi di appena 25 minuti.


Il ritratto di Ryanair che viene fuori da questo libro è davvero preoccupante: viene descritta come un'azienda che fa regnare "la paura con tattiche di minaccia, intimidazione e punizione" e che è pronta a tutto pur di risparmiare sul carburante, tanto che i comandanti di bordo vengono messi in competizione tra loro e ogni mese viene pubblicata una classifica da cui emerge chi è stato il più bravo ossia colui che ha risparmiato carburante. 


Ebbene sì, secondo Fletcher, le frenate brutali per liberare in fretta la pista e ridurre i tempi di rullaggio, così come l'aria condizionata al minimo sono un modo per risparmiare sul consumo del carburante, perché Ryanair, secondo il suo pilota-scrittore, è una macchina finanziaria che mira solo a generare profitti senza alcuna considerazione morale né sociale e soprattutto senza preoccuparsi del benessere dei suoi dipendenti né tantomeno dei passeggeri, che rischiano di trovarsi su un volo con un comandante assonnato.


Nel libro il pilota ricorda in particolare un episodio avvenuto in Italia quando a causa del maltempo l'aereo è stato dirottato da Pisa a Genova, ma il comandante subiva pressioni da parte del personale di terra che voleva che deviasse a Bologma nonostante le pessime condizioni meteorologiche e il poco carburante.


Il libro è uscito il 24 maggio scorso e Robin Kiely, il responsabile della comunicazione della Ryanair, ha fatto sapere che la compagnia ha subito sporto denuncia, ma non ha rilasciato commenti né sul testo né sull'autore.


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO