Estate in Italia: arriva Ade, ma in Europa continua a piovere

Attenzione, tra oggi e domani, a temporali forti e veloci. Ma dal 15 giugno avremo 35 gradi costanti. Il Danubio è a livelli record a Budapest.

caldoamilano.jpg


L'Italia scopre l'estate e, da metà giugno, grazie all'anticiclone Ade, chi ha prenotato le vacanze al mare può sorridere. Non va altrettanto bene nell'Europa Centrale, già colpita duramente dalle alluvioni che hanno fatto morti in Germania e Repubblica Ceca.


Dunque, dal 15 giugno - giorno più giorno meno - i 35 gradi nel nostro Paese saranno la norma. In particolare al Centrosud, mentre sulle Alpi si avranno forti temporali associati a grandine, che si sposteranno poi verso la Valpadana. Già tra oggi e domani, avvertono i meteorologi, attenzione ai flash thunders, ovvero veloci e localizzati temporali associati pure a grandine al Centronord. Fenomeni che si alterneranno alle schiarite. 

Da domani, e per tutta la settimana, avremo l'assaggio di estate, con temperature di 30 gradi, non afose, da Nord a Sud. Solo sui monti ci sarà ancora qualche temporale. L'Anticiclone delle Azzorre poi lascerà spazio a quello africano, Ade appunto, che trascinerà di forza l'afa sul nostro Paese.


In Europa, invece, è ancora autunno. Questa mattina, il Danubio ha raggiunto a Budapest il limite record di 8,83 metri, superando di 20 centimetri quello raggiunto nel 2006. E' atteso per questa sera il picco massimo. Le dighe di protezione hanno retto, il premier ungherese Viktor Orban ha detto: "Ci attendono due giorni molto intensi". 


Alle 18 di oggi, secondo i dati forniti dal servizio idrogeologico, il Danubio dovrebbe arrivare a 8,95 metri. Per sei ore, poi, dovrebbe rimanere tale. A Budapest ci si prepara anche al peggio, insomma.


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO