Kamikaze a Bagdad: 7 morti e 16 feriti

Attentato a un check-point di un quartiere sciita. Tra le vittime cinque sono militari e due sono civili.

attentatobagdad.jpg


Attentato kamikaze a Bagdad, la capitale dell'Iraq. L'attentatore si è lanciato con la sua auto contro un posto di blocco nel quartiere sciita di Kadhimiya: il bilancio è di sette morti e 16 feriti. Lo ha reso noto la polizia locale. Da aprile a oggi, si sono susseguiti senza sosta gli attentati in tutto il Paese: sul terreno sono rimaste 2mila vittime. 


Tra le vittime dell'attentato di questa mattina, ci sono cinque poliziotti e due civili. Il bilancio è stato confermato anche da fonti sanitarie della capitale irachena. Tra i feriti, ci sono altri sei civili. La zona che è stata colpita oggi è considerata sacra dagli sciiti.

Due santi venerati dai musulmani sciiti sono infatti sepolti a Kazimiyah. Questo rende il quartiere una delle mete più visitate per i fedeli e un'importante area commerciale della capitale. 


I tanti morti iracheni hanno fatto ribattezzare il periodo come "la primavera di sangue dell'Iraq". Maggio era stato il mese più sanguinoso, con oltre 500 vittime, del 2013. Ma giugno non pare voler essere da meno. La minoranza sunnita accusa il governo sciita di al-Maliki di bersagliare la loro comunità con una serie di arresti e precludendo loro l'accesso ai posti di potere. Da qui la guerra civile che si è scatenata nel Paese.


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO